I viaggi stampa: un’ottima pubblicità per il tuo hotel

LinkedIn +

Collaborare con i blogger è importantissimo per qualsiasi marchio. Molte aziende se ne sono già accorte e includono ormai questo tipo di collaborazioni nelle loro strategie di marketing e nei budget annuali destinati alle pubbliche relazioni e alla pubblicità.

Il modo più conveniente per promuovere il tuo hotel è organizzare un viaggio stampa. Scegli con attenzione un gruppo di travel blogger, invitali e in cambio loro scriveranno degli articoli sul tuo hotel che verranno postati su tanti blog diversi e sui social media. Avrai conquistato Google per sempre. E non è finita qui: alcuni blogger cercheranno di far pubblicare i loro articoli anche su altri siti. Invitare un influencer (una persona capace di influenzare le decisioni di acquisto del suo pubblico) è il modo migliore per assicurarti che venga scritto un articolo approfondito. I viaggi stampa sono l’occasione perfetta per mostrare il tuo hotel a persone capaci di parlarne in modo davvero coinvolgente.

Durante questo tipo di eventi puoi mettere in evidenza tutti i pregi della tua struttura e far notare ai blogger tutto ciò che in situazioni normali potrebbe passare inosservato. Un altro grande vantaggio dei viaggi stampa è la condivisione in tempo reale dei post da parte dei blogger, che riescono così a coinvolgere immediatamente un grande numero di persone.

I post pubblicati sui blog sono diversi da qualsiasi tipo di pubblicità o da qualsiasi articolo. Non sai mai con precisione di cosa parleranno i blogger o da quale punto di vista si esprimeranno. Molti pensano fuori dagli schemi; sono creativi e vogliono trovare sempre qualcosa di speciale.

I travel blogger scrivono articoli su esperienze che hanno vissuto in prima persona, fanno foto e video e mostrano ai loro lettori in che tipo di avventura si sono immersi questa volta. Ecco perché è così importante collaborare con loro; il passaparola nel marketing è oro e questa tipologia di blogger riesce a coinvolgere i lettori molto più di chiunque altro.

Detto ciò, tutti gli albergatori devono tenere in mente una serie di cose quando organizzano un viaggio stampa per i blogger.

I travel blogger parlano solo di esperienze che hanno effettivamente vissuto sulla loro pelle. Se ti occupi di una catena alberghiera, di un hotel o di un convention bureau, devi offrire questo tipo di esperienze ai tuoi influencer. E una volta che li avrai tutti lì con te, approfitta il più possibile di questa grande occasione!

Ecco qualche consiglio per ottenere il massimo dai tuoi viaggi stampa

Fai delle ricerche approfondite

Se hai intenzione di collaborare con dei travel blogger, consulta i responsabili marketing del tuo hotel. È una buona idea analizzare a quale tipologia di pubblico si rivolge principalmente ogni blogger. Se vuoi promuovere il tuo hotel in Europa, ad esempio, cerca dei blog indirizzati soprattutto a lettori europei. Non limitarti a leggere i vari blog, ma chiedi direttamente ai loro autori su quali paesi si concentrano (di solito sono due o tre).

Alcuni travel blogger potrebbero rivolgersi al pubblico di un paese nel blog, ma a uno completamente diverso sui social media. Pensa alla collaborazione con i blogger come a una campagna pubblicitaria: prima di investire i tuoi soldi, valuta bene le opzioni che hai a disposizione.

Contatta i blogger in anticipo

Sì, ci sono tanti travel blogger, ma ci sono anche tante destinazioni e una lunga lista di hotel interessati a collaborare con loro. Calcolare bene i tempi è fondamentale. Cerca di fissare le date del viaggio stampa con almeno due mesi di anticipo. Organizzare tutto all’ultimo minuto non è decisamente la strategia giusta, soprattutto se vuoi invitare qualche blogger influente.

Prepara un pacchetto di benvenuto

Una volta arrivati, dai il benvenuto ai blogger e consegna ad ognuno una guida e un riepilogo di tutto quello che la tua struttura mette a loro disposizione. Puoi anche dargli delle informazioni sulla zona o offrirgli qualche prodotto tipico. Sono cose semplici che non richiedono grandi spese, ma che ti permettono di fare un’ottima prima impressione.

Assicurati che il Wi-Fi funzioni alla perfezione

Agli influencer piace coinvolgere continuamente il loro pubblico, soprattutto tramite social media come Instagram, Facebook, Snapchat, Twitter e Periscope. D’altronde è un modo velocissimo per dare ai lettori un’anteprima del post che stanno scrivendo mentre si godono il tuo hotel. Cosa può impedirgli di farlo? La mancanza di una buona connessione Wi-Fi, ovviamente. Ormai il Wi-Fi è fondamentale, e non solo per i travel blogger che inviti ai viaggi stampa, ma anche per i clienti: spesso è proprio il fattore decisivo che li convince a optare per il tuo hotel, invece che per la concorrenza.

Metti in chiaro le tue aspettative

A volte potrebbe capitarti di invitare un travel blogger e rimanere insoddisfatto dei risultati. Perché? Perché non hai specificato le tue aspettative o non gli hai detto chiaramente cosa potevi offrirgli. Cerca di pensare a queste cose prima che sia troppo tardi. Spiega esattamente al blogger cosa vorresti che inserisse nel post e cosa puoi dargli in cambio. Potresti dover contrattare un po’, ma alla fine sarete entrambi più soddisfatti dei risultati.

Non dimenticarti nessun dettaglio…

Finora sembra tutto piuttosto semplice: tu inviti gli influencer e loro scrivono un articolo sul tuo meraviglioso hotel, sulla zona, sulle opzioni per l’intrattenimento, sul cibo o su qualsiasi altro aspetto rilevante. Ma ricordati una cosa: i travel blogger non sono dei veggenti. Di solito hanno poco tempo a disposizione, quindi devi mostrargli tutto quello di cui vuoi che scrivano nei loro post. Inizia con un tour della struttura il primo giorno; magari nell’articolo tralasceranno qualche aspetto, ma almeno sarai sicuro che abbiano visto tutto. Se hai una meravigliosa piscina nascosta perfetta per rilassarsi ma l’influencer non sa della sua esistenza, come fa a parlarne nel post? Mi capita tantissime volte ed è decisamente un peccato. Per il travel blogger è davvero frustrante scoprire che il cuoco migliore dell’isola era proprio lì, nella cucina dell’hotel, ma non ha avuto l’occasione di provare nessuno dei suoi piatti. Per non parlare di quando viene a sapere di essersi perso quel meraviglioso rooftop bar, quella fantastica spa, e così via. Mostra ai travel blogger ogni singolo dettaglio della tua struttura: è così che riuscirai a distinguerti dalla concorrenza.

… ma non esagerare!

Sì, hai un hotel meraviglioso e vuoi assolutamente mostrare ai travel blogger tutto ciò che offre. Tutto, dalla prima all’ultima cosa! Ma è proprio quando pianifichi il programma del viaggio stampa nei minimi dettagli che la situazione ti sfugge di mano. Non esagerare: lascia ai travel blogger abbastanza tempo per scrivere e dedicarsi a se stessi. Li hai già informati di tutto quello che hanno a disposizione, ora sta a loro goderselo di persona. Se devono correre da un appuntamento all’altro, non avranno il tempo di pubblicizzare il tuo hotel nel modo giusto.

Divertiti

Non dimenticare la cosa più importante: il divertimento. Se il travel blogger si diverte, sicuramente lo si capirà anche da ogni parola del suo articolo. Goditi il viaggio stampa con i blogger e lascia che loro facciano lo stesso.

Chiedi un feedback

Quando lavori nello stesso posto per molto tempo, può capitare che ti sfuggano alcuni dettagli. Chiedi ai blogger di condividere con te le loro opinioni e i loro commenti. Imparerai tante cose e potrai migliorare il prossimo viaggio stampa.

Ricorda: quando decidi di organizzare un viaggio stampa, prendi in considerazione ogni aspetto. Non solo avrai dei vantaggi da quel viaggio in particolare (grazie ai numerosi contenuti che verranno pubblicati su vari blog e social media, in paesi e lingue diverse), ma spesso i blogger continueranno a parlare di quell’esperienza anche in post futuri. In più, i viaggi stampa favoriscono i rapporti tra l’albergatore e i media, quindi sono essenziali per la crescita e lo sviluppo della tua attività.

Vuoi sapere di più su come collaborare con i blogger? Leggi questo articolo (in inglese)

Associa subito la tua struttura al tuo profilo trivago

Scopri di più

CONDIVIDI

Lascia un commento