Settore alberghiero: trend e previsioni per il 2020

LinkedIn +

Il settore alberghiero è in continua espansione e caratterizzato da una competizione sempre più agguerrita. Rimanere al passo con le ultime tendenze è fondamentale, soprattutto per quanto riguarda le nuove tecnologie e le crescenti aspettative degli ospiti. Dai un’occhiata ai trend del settore per il 2020 e inizia a prepararti per il prossimo anno.

1. Le tecnologie digitali continueranno a trasformare l’esperienza cliente

Il futuro del settore alberghiero sarà guidato dalle tecnologie digitali e questa non è di certo una sorpresa. Come già negli ultimi anni, le tecnologie mobili domineranno il mercato dell’ospitalità insieme ad altre tecnologie rivoluzionarie che i brand alberghieri di tutto il mondo continueranno a integrare nella propria offerta.

Dopotutto, il successo riscosso dal digitale nel settore alberghiero negli ultimi anni ha dimostrato che il “fattore umano” non è sempre indispensabile e che in alcuni casi un’esperienza cliente eccezionale può essere semplicemente il risultato di un’integrazione digitale senza ostacoli.

Ecco le tecnologie per il settore alberghiero che con tutta probabilità lasceranno il segno nel 2020:

Internet delle cose

L’Internet delle cose (IoT) è uno dei trend tecnologici in maggiore espansione nel mondo dell’ospitalità. Oltre a consentire al personale alberghiero di gestire in maniera efficace le risorse della struttura, le funzionalità Smart Hotel garantiscono la possibilità di monitorare il consumo energetico e supportare iniziative di sostenibilità e tutela ambientale. E non è tutto. Cognizant sottolinea anche il notevole potenziale di questa tecnologia in termini di aumento dei profitti. Nel report Hospitality in the Digital Era, la società di servizi IT afferma che “molti degli albergatori che stanno investendo in questo tipo di tecnologie prevedono che in futuro gli ospiti utilizzeranno i dispositivi mobili non solo per scegliere e prenotare la propria camera, ma anche per accedere a servizi come piscina e spa”. Inoltre, la tecnologia beacon basata sull’Internet delle cose consente di inviare offerte in tempo reale direttamente sul telefono degli ospiti e, di conseguenza, di aumentare il potenziale di vendita.

Intelligenza artificiale

Un’altra tecnologia che molti albergatori stanno attualmente sperimentando è l’intelligenza artificiale (AI). L’intelligenza artificiale consente a hotel e ospiti di interagire in diversi modi. Dai cosiddetti chatbot per app e siti web ai robot per reception e servizio in camera, gli hotel sono sempre più orientati verso approcci che mettono l’esperienza dell’ospite al primo posto. Analizzando il ruolo dei dispositivi con funzionalità di intelligenza artificiale nel settore alberghiero, Oracle Hospitality sostiene che “più che una promessa, l’intelligenza artificiale ha dimostrato di essere in grado di ridurre drasticamente la necessità dell’intervento umano quando si tratta di risolvere i problemi più comuni che possono verificarsi durante il soggiorno dell’ospite”.

Realtà virtuale

Sempre più albergatori ricorrono alla realtà virtuale per offrire ai propri ospiti un’esperienza immersiva, in grado di creare un ponte tra mondo fisico e mondo digitale. Oltre a semplificare l’esperienza di viaggio, la realtà virtuale è particolarmente apprezzata dagli ospiti per la sua capacità di intrattenimento. Secondo Adobe Digital Insights, “almeno otto dei maggiori hotel hanno provato a offrire esperienze di realtà virtuale di qualche tipo”. Un trend che sembra destinato a crescere, dal momento che numerosi hotel in tutto il mondo stanno già studiando diversi modi di integrare la realtà virtuale nel trattamento riservato ai propri ospiti. Alcune strutture forniscono addirittura tour virtuali in cui gli utenti vengono accolti in un hotel ricostruito al computer e possono vivere esperienze di storytelling virtuale nelle diverse camere.

Riconoscimento facciale

Utilizzata già da tempo negli aeroporti, la tecnologia del riconoscimento facciale sembra aver trovato applicazione anche nel settore alberghiero, dove contribuisce a velocizzare il processo di check-in ed è particolarmente apprezzata da chi viaggia di frequente, soprattutto per lavoro. Il sistema comporta tuttavia delle limitazioni associate alle normative sulla tutela dei dati. Quindi, se stai pensando di utilizzare questa tecnologia per il tuo hotel, assicurati di consultare tutte le leggi applicabili in materia.


Vuoi ricevere tutti gli approfondimenti direttamente nella tua casella email?
Iscriviti subito alla nostra newsletter!


2. Gli hotel definiranno il loro carattere online

Con l’aumento esponenziale dell’influenza dei social in termini di marketing e del loro uso da parte dei consumatori, poter contare su una gestione efficace della presenza sui social media è un aspetto indispensabile per qualsiasi hotel. Per rimanere in contatto con i consumatori, le strutture alberghiere devono pubblicare costantemente contenuti rilevanti e distinguersi dalla concorrenza, oltre a dover disporre di team dedicati che monitorino commenti e interazioni con cadenza giornaliera per garantire una risposta tempestiva a feedback e segnalazioni di problemi da parte degli ospiti.

In aggiunta a queste iniziative, il prossimo anno vedrà un maggiore impegno da parte dei brand del settore alberghiero nel definire la propria personalità online al fine di aumentare il livello di engagement.

Piuttosto che una camera, sempre più brand cercheranno di vendere una storia.

E per poter raccontare una storia efficace, in grado di suscitare emozioni, gli hotel devono creare contenuti che rimangano impressi nella memoria. Ad esempio condividendo le esperienze di altri ospiti e concentrandosi sull’atmosfera, sull’offerta culinaria e sui servizi della struttura. Un altro modo di raccontare una storia efficace è creare scenari “instagrammabili” o spazi social all’interno dell’hotel per incoraggiare gli ospiti a condividere foto con i relativi hashtag. 

3. I viaggiatori andranno sempre più alla ricerca di esperienze culturali coinvolgenti

Le preferenze dei consumatori stanno cambiando e oggi chi viaggia è interessato più alle esperienze che a lusso e servizi. Secondo quanto affermato da Skift, il 67% dei viaggiatori con un reddito alto preferisce investire in attività piuttosto che in una camera di hotel più lussuosa.

Negli ultimi anni, abbiamo assistito a una progressiva trasformazione degli hotel in strutture di nicchia create per attirare gli ospiti offrendo loro esperienze esclusive e servizi speciali come fughe romantiche, week-end all’insegna di relax e benessere, vacanze avventurose e così via.

In particolare, il 2020 vedrà un aumento dei viaggiatori in cerca di esperienze “locali”. Per poter soddisfare questa domanda, gli hotel dovranno essere in grado di offrire ai loro ospiti esperienze entusiasmanti e personalizzate. Stando alle previsioni di BCG, “entro il 2024, il lusso esperienziale e personalizzato rappresenterà, da solo, un mercato da 1260 miliardi di euro; un aumento notevole rispetto agli 845 miliardi del 2015″.

Per questo motivo, il management e il marketing delle destinazioni turistiche diventeranno priorità assolute per la maggior parte degli albergatori.

Invece di limitarsi a elencare una serie di attrazioni, Cvent suggerisce di creare itinerari di nicchia basati sugli interessi dei viaggiatori o suddivisi per quartiere, concentrandosi non solo sui punti di interesse storico-culturale, ma anche sull’offerta e sulla tradizione gastronomica della zona. Per proporre esperienze più autentiche, gli hotel sostituiranno i menù generici con specialità locali più interessanti per il palato e i piatti tradizionali saranno preparati con ingredienti freschi e genuini prodotti localmente. Un altro modo di rendere omaggio alla cucina locale è organizzare tour o eventi gastronomici, corsi di cucina e degustazioni. Infine, per aggiungere un tocco più autentico all’hotel, è possibile decorare camere e aree comuni con elementi e materiali ispirati alla zona e opere di artisti locali.

4. Gli hotel saranno sempre più orientati verso un’ospitalità sostenibile

Dal momento che la tutela ambientale è una delle problematiche più rilevanti a livello mondiale, la sostenibilità svolgerà un ruolo fondamentale per il brand management nel settore alberghiero. Gli hotel si impegneranno per adottare un approccio più eco-consapevole e guadagnare la fiducia degli ospiti.

La responsabilità ambientale è una tematica che sta sempre più a cuore agli ospiti di tutto il mondo e pertanto la sostenibilità è una soluzione vincente sia per il pianeta sia per i profitti.

Secondo Cognizant “gli ospiti sono sempre più desiderosi di svolgere un ruolo attivo in termini di sostenibilità, ad esempio supportando le campagne per il riutilizzo degli asciugamani o richiedendo cambi di lenzuola meno frequenti”. Senza dimenticare che gli hotel che adottano un approccio eco-sostenibile sono ricompensati anche da politiche di riduzione delle imposte e programmi per il risparmio energetico.

Le campagne ecologiche maggiormente supportate dagli hotel saranno quelle associate al risparmio delle risorse idriche e alla riduzione delle emissioni di carbonio, dei rifiuti e dell’utilizzo della plastica. Come sottolineato in precedenza, le tecnologie smart per le strutture alberghiere contribuiranno anche a ridurre i costi energetici. 

5. Gli hotel si concentreranno sulle prenotazioni dirette

Nel 2020, le aziende del settore alberghiero dedicheranno più tempo, fondi ed energie al riconoscimento del marchio e alla fidelizzazione del cliente al fine di incrementare le prenotazioni dirette. Uno studio sulle strutture alberghiere indipendenti condotto da trivago e Phocuswright ha messo in evidenza

un forte desiderio, da parte degli albergatori indipendenti, di vendere i propri servizi direttamente ai clienti.

Il primo passo è creare un sito web dal design piacevole ed efficiente e utilizzare un booking engine funzionale e di elevata qualità. Un sito web ottimizzato con un design responsivo garantirà un’esperienza positiva agli utenti, mentre un booking engine efficiente ti aiuterà ad aumentare il tasso di conversione trasformando i visitatori del sito in ospiti dell’hotel attraverso le prenotazioni dirette.

Un altro modo di aumentare le prenotazioni dirette è catturare l’attenzione dei viaggiatori promuovendo la tua struttura. Le campagne di email-marketing e social media ti aiuteranno a consolidare la reputazione online del tuo hotel, a fidelizzare i clienti e a creare contenuti SEO fondamentali per il posizionamento nei motori di ricerca. Inoltre, offrire premi e sconti ti aiuterà a indirizzare i clienti nuovi o esistenti verso il tuo sito web.

Secondo lo studio condotto da trivago e Phocuswright, un altro trend destinato a crescere nel 2020 è il metasearch marketing, sempre più utilizzato dagli albergatori indipendenti come canale per generare prenotazioni dirette. Iscrivere il tuo hotel a un metasearch ti permetterà di migliorarne la visibilità e di entrare nel mercato online.

Associa subito la tua struttura al tuo profilo trivago.

Scopri di più

Non vediamo l’ora di dare il benvenuto al 2020 e ai nuovi trend del settore alberghiero! Sei pronto per seguire i nuovi trend dell’industria dell’ospitalità? Faccelo sapere nel campo dei commenti in basso.

CONDIVIDI

Lascia un commento