Maggio e giugno 2019: Roma e Milano sono le città più apprezzate dai viaggiatori italiani

LinkedIn +

La nuova ricerca di trivago conferma, ancora una volta, che gli italiani amano scegliere Roma per i loro viaggi. Roma è infatti la meta più gettonata per le vacanze brevi di maggio e giugno 2019, seguita da Milano e Firenze sul secondo e terzo gradino del podio delle preferenze degli italiani in viaggio.

Nella classifica delle destinazioni più richieste Rimini si piazza al quarto posto, seguita da Riccione. Anche se non è esattamente una delle classiche mete estive, i viaggiatori scelgono Venezia per un soggiorno breve anche nei mesi più caldi… curioso vero?

Grafico che mostra le principali città cercate dagli italiani

Il periodo da aprile a giugno è quello preferito dagli italiani per una vacanza breve nelle loro destinazioni preferite, con il 54,6% che sceglie di pernottare per un massimo tre notti. Mentre il trimestre da ottobre a dicembre, con il 51%, è il secondo più apprezzato per questo stesso tipo di soggiorno breve.  La percentuale massima di italiani che prenotano almeno quattro notti si registra invece da giugno a settembre.

Grafico che mostra la percentuale degli italiani che ha viaggiato per trimestre nel 2018

Ma qual è il numero di notti che i viaggiatori italiani trascorrono mediamente in vacanza? Come indicato nella tabella dedicata ai soggiorni brevi, in media gli italiani prenotano un totale di 1,9 notti per viaggio. Mentre quando si tratta di vacanze più lunghe questo dato sale a 9,1 notti, con un picco di 10,2 nei mesi da giugno a settembre.

Grafico che mostra la durata media del viaggio per vacanza

Forse ti stai chiedendo qual è l’area del Paese che attira più viaggiatori? È la parte nord della penisola ad aggiudicarsi la vittoria con il 43,6% per i soggiorni brevi fino a 3 notti per viaggio e il 30,5% per le vacanze di almeno 4 notti per viaggio.

Grafico che mostra la percentuale degli italiani che ha viaggiato per area nel 2018

 

*È possibile che per alcune tabelle la somma delle medie non raggiunga il 100% perché i viaggi d’affari non sono stati inclusi nel conteggio.

Fonte dati: https://www.istat.it/


Immagine principale: Mauricio Artieda su Unsplash

CONDIVIDI

Lascia un commento