Come personalizzare i servizi per i diversi tipi di viaggiatori

LinkedIn +

La personalizzazione dei servizi è un tema molto attuale nel settore dell’ospitalità di oggi e gli addetti ai lavori di tutto il mondo concordano su una cosa: non è più un extra, è una priorità. Quando si pensa al trattamento degli ospiti, gli albergatori devono quindi affinare le proprie strategie se vogliono garantire un’esperienza personalizzata indimenticabile.

A conferma del vantaggio dato dalla personalizzazione dei servizi nel settore alberghiero, nella sua relazione Hotel 2020: The personalization paradox, IBM osserva che: “Comprendere meglio le esigenze e le preferenze dei clienti, creando quindi la cosiddetta “guest intimacy”, può favorire l’introduzione di servizi personalizzati che contribuiranno ad aumentare la soddisfazione dei clienti, a consolidare la loro fedeltà e a ridurre i costi di servizio. Di fatto la personalizzazione può portare, sulla base delle preferenze attuali, alla creazione di servizi specializzati che gli ospiti saranno disposti a pagare di più.”

Ma fornire esperienze personalizzate non è così semplice: devi conoscere i tuoi ospiti, sapere cosa vogliono e quando lo vogliono.

In questo articolo divideremo i clienti di hotel in tre macrocategorie secondo i loro comportamenti di ricerca viaggi su trivago*, così potrai capire che cosa si aspettano e convincerli a scegliere la tua struttura.

I turisti da città

Chi sono:

I turisti da città cercano una sistemazione su trivago* per meno di 5 giorni, concentrati soprattutto nel weekend. Si spostano raramente da soli, preferendo invece la compagnia del partner, di familiari o di amici, e il loro interesse principale è visitare la meta scelta, fare acquisti e scoprire la cultura locale, inclusi ovviamente piatti e bevande del posto.

Dove preferiscono soggiornare:

Ai turisti da città piace alloggiare in centro o nelle vicinanze, in un boutique hotel o in una catena alberghiera, a seconda del budget. A volte possono scegliere anche una zona un po’ più defilata, soprattutto quando le città si riempiono di turisti in alta stagione.

Quali servizi vogliono:

I dati analitici sui comportamenti di ricerca su trivago* mostrano che colazione e Wi-Fi gratuiti sono irrinunciabili, seguiti dalla piscina.

Ecco altre idee per fornire un trattamento memorabile:

  • Ai turisti da città interessa visitare le principali attrazioni della destinazione, quindi apprezzano i consigli, fagli trovare una mappa che indichi tutti i punti di interesse principali, i ristoranti e i locali nelle vicinanze dell’hotel e non solo.
  • Collabora con guide turistiche locali e associazioni che organizzano attività in gruppo, proponendo direttamente nella tua struttura offerte speciali e pacchetti ideati insieme a queste realtà.
  • Infine, assicurati che alla reception ci sia sempre qualcuno che conosca bene la città: gli ospiti infatti possono avere sempre qualche domanda sulla destinazione o sui mezzi di trasporto

 


Vuoi ricevere tutti gli approfondimenti direttamente nella tua casella email?
Iscriviti subito alla nostra newsletter!


I viaggiatori d’affari

Chi sono:

I viaggiatori d’affari cercano un alloggio su trivago* per meno di 5 giorni, soprattutto nei giorni infrasettimanali. In genere viaggiano soli e i loro interessi principali sono esclusivamente professionali. Di norma non visitano la città, ma potrebbero volere conoscere dei buoni ristoranti sia per motivi personali che di affari.

Dove preferiscono soggiornare:

Per questo tipo di viaggiatori, la posizione della struttura dipende molto dalla vicinanza con il luogo della riunione, della convention, dell’ufficio e di altri posti di lavoro. Non spetta quasi mai a loro pagare il conto, quindi prestano poca attenzione ai prezzi e preferiscono sistemazioni come catene alberghiere consolidate che permettano di accumulare punti fedeltà e ottenere upgrade gratuiti: in questo modo potranno trascorrere qualche giorno nel massimo comfort, e spesso anche nel lusso, senza spendere nulla.

Quali servizi vogliono:

I dati analitici sui comportamenti di ricerca su trivago* mostrano che, quando cercano l’hotel ideale, i viaggiatori d’affari scelgono strutture a 4 o 5 stelle con valutazioni eccellenti. Anche l’accesso a servizi gratuiti come la colazione, la piscina, il Wi-Fi e il parcheggio è indispensabile per la maggior parte di loro.

Oltre a quanto appena indicato, ecco qualche altro modo con cui puoi garantire un trattamento eccellente ai viaggiatori d’affari:

  • Ricorda che sono viaggiatori frequenti: cerca di soddisfarli e vedrai che prenoteranno ancora da te. Offri ai tuoi ospiti qualche drink al bar o la connessione Wi-Fi ad alta velocità per lasciarli lavorare senza problemi.
  • Se ti è possibile, puoi anche regalare un upgrade: questo tipo di ospiti è tra quelli che spendono di più all’interno dell’hotel, dove preferiscono restare invece di uscire dopo una giornata stancante di lavoro. Falli contenti e vedrai che, anche dopo un soggiorno con upgrade, si riveleranno comunque degli ottimi clienti per le tue entrate.
  • I viaggiatori d’affari a volte chiedono consigli su ristoranti ottimi e di lusso in cui cenare con colleghi o clienti. Se la tua struttura ne offre uno, sarebbe straordinario, ma in caso contrario non preoccuparti: tieni a portata di mano una lista di tutti i locali simili nelle vicinanze.
  • Anche poter usufruire dei servizi di lavanderia e stiratura è molto importante. Non solo, prima del loro arrivo controlla che nella stanza sia presente un ferro da stiro.

I vacanzieri

Chi sono:

I vacanzieri cercano un alloggio su trivago* per più di 5 giorni. La loro vacanza preferita è al mare o in montagna: amano scoprire i dintorni, stare a contatto con la natura, praticare sport acquatici o d’avventura e rilassarsi. Non vanno di fretta e preferiscono seguire i propri ritmi, quindi di solito sono più flessibili rispetto alle altre due macrocategorie. Di norma viaggiano con il partner, i familiari o gli amici.

Dove preferiscono soggiornare:

Ai vacanzieri piace soggiornare vicino alla spiaggia o alla vetta di una montagna. Spesso cercano sport d’avventura, attività, una colazione  con un buffet abbondante e vario, la spa, la sauna e altri occasioni per rilassarsi. Molti puntano sulla privacy e sulla comodità dei Bed & Breakfast (B&B).

Quali servizi vogliono:

I dati analitici sui comportamenti di ricerca su trivago* mostrano che, proprio come per i viaggiatori d’affari, anche per questo tipo di viaggiatori gli aspetti più importanti sono la qualità delle camere, la classificazione e le valutazioni. Infatti, al momento dell’organizzazione della vacanza, la maggior parte di loro sceglie strutture a 4 o 5 stelle. Altri fattori decisivi sono la colazione gratuita, la piscina, la spiaggia, l’aria condizionata, il parcheggio e la spa.

Vediamo quali altre dotazioni possono richiamare i vacanzieri, oltre a quelle già indicate:

  • Come per i turisti da città, anche i vacanzieri amano esplorare le principali attrazioni: accertati quindi di offrire loro una mappa o una guida con tutte le attività e i luoghi imperdibili.
  • Ricorda che gli hotel che offrono colazione gratuita e/o cene a buffet con una buona varietà di scelta hanno maggiori probabilità di essere prenotati. I vacanzieri inoltre sarebbero anche disposti a pagare al momento della prenotazione il servizio di ristorazione e le bevande, invece di dover saldare ogni pasto separatamente.
  • Coccola i tuoi ospiti offrendo loro attività divertenti e dinamiche nella tua struttura adatte a tutta la famiglia. Se non ne hai la possibilità all’interno dell’hotel, collabora con società sportive e crea dei pacchetti speciali.
  • Oltre alla piscina, ai vacanzieri piace rilassarsi in sauna e nella spa. Un punto a favore sono anche i massaggi: potresti pensare di proporli a pagamento nella tua struttura.

Associa subito la tua struttura al tuo profilo trivago.

Scopri di più

 

Sei pronto per ospitare viaggiatori di vario tipo nel tuo hotel? Faccelo sapere nel campo dei commenti in basso.

__________

*Dati analitici di trivago: basati sul comportamento di ricerca hotel dei viaggiatori su trivago tra il 1° settembre 2018 e il 1° settembre 2019. Le percentuali sono state arrotondate.

Foto: Engin Akyurt su Pixabay

CONDIVIDI

Lascia un commento