5 modi per guadagnare con il tuo sito web

LinkedIn +

1. Usa un pulsante per le prenotazioni chiaro e ben visibile

Potrà sembrarti ovvio come consiglio, ma moltissimi siti di hotel non hanno una call-to-action chiara. Il tipo di carattere, il colore, le dimensioni e la posizione sullo schermo sono tutti fattori importantissimi per il pulsante “Prenota ora”, fondamentale per aumentare il tasso di conversione e iniziare a gudagnare con un sito web.

Immagina di osservare il sito dal punto di vista del cliente o, meglio ancora, chiedi ad alcuni utenti di testarlo per ottenere un parere obiettivo sul formato migliore. Assicurati che il pulsante “Prenota ora” sia grande e ben visibile e utilizza una procedura semplice e rapida, in modo da limitare al minimo il numero dei click totali e rendere le prenotazioni più veloci. L’obiettivo è semplificare il più possibile il processo per agevolare la navigazione ed evitare che il cliente “si perda” o si sposti sul sito di un concorrente.

2. Crea un sito mobile friendly

Viviamo in un mondo completamente digitalizzato, per cui vale davvero la pena approfittare di strumenti tecnologici come i dispositivi mobili. Oltre a creare il sito dell’hotel, prendi seriamente in considerazione la possibilità di renderlo mobile friendly per estenderne la diffusione. I dispositivi mobili rappresentano senza dubbio il segmento in più forte crescita delle prenotazioni online: secondo Ofcom, un’autorità di regolamentazione del Regno Unito, in Gran Bretagna il tempo di connessione a internet dagli smartphone è il doppio rispetto a quello dai computer. È chiaro quindi che se vuoi pubblicizzare efficacemente il tuo hotel, i dispositivi mobili sono lo strumento ideale.

Per rendere mobile friendly il sito dell’hotel, però, non basta crearne una versione specifica per questo tipo di dispositivi, ma ci si deve anche assicurare che il design sia responsivo: è questo il consiglio più importante di Daniel Wishnia, di GCH Hotel Group, che ho intervistato di recente (articolo in inglese). Ma non solo: un altro passaggio importante è assicurarsi che i clienti possano prenotare dai dispositivi mobili. Non creare una copia esatta del sito web per computer, che risulterebbe troppo caotica, ma limitati a inserire le schede principali e il pulsante “Prenota ora”. Ricordati che la semplicità è tutto.

3. Usa gli strumenti di ottimizzazione

Come si può intuire dal nome, i software di ottimizzazione hanno un impatto estremamente positivo sui profitti degli hotel. Ad esempio, uno strumento di confronto dei prezzi come il nostro widget Price Check (sito in inglese) può essere utilissimo nel caso delle prenotazioni dirette. Un semplice confronto tra le tariffe ufficiali di un hotel e i prezzi corrispondenti pubblicati dalle OTA convincerà il visitatore ad optare per una prenotazione diretta.

In ambiente retail si utilizza da sempre il “messaggio anti-abbandono”, ovvero un messaggio semplice che viene visualizzato in risposta alle attività dell’utente per evitare che lasci il sito. È proprio su questo che si basa il nostro Enchantment messaging (sito in inglese), adattato appositamente agli hotel: quando viene rilevato che l’utente sta per abbandonare il sito, un messaggio con le informazioni giuste al momento giusto lo invita a effettuare una prenotazione diretta. Sì, funziona davvero!

4. Collega il sito ai motori di metasearch

È ormai evidente che i motori di metasearch svolgono un ruolo chiave nell’indirizzare il traffico verso il sito della tua struttura. Per chi cerca un hotel sono il punto di partenza, quindi vale veramente la pena sfruttarli il più possibile.

Considerato il numero elevatissimo di canali di distribuzione disponibili, ti consigliamo di svolgere qualche ricerca e identificare quelli più adatti a te e al tuo cliente target.

5. Considera il retargeting

Il retargeting è una strategia recentissima che ti consente di aumentare notevolmente le prenotazioni. Le ricerche dimostrano che più del 70% dei visitatori dei siti relativi ai viaggi interrompe il processo di prenotazione prima del pulsante di conferma; il retargeting rappresenta una soluzione per recuperare proprio quei visitatori. Fondamentalmente, si tratta di un tipo di pubblicità online che promuove il tuo marchio agli utenti che hanno abbandonato il tuo sito.

Funziona così: un cookie viene generato e associato all’utente, il quale, quando navigherà nuovamente su internet, visualizzerà alcuni annunci utili relativi al tuo hotel. Il trucco del retargeting sta nel fornire il messaggio giusto al momento giusto, determinando il punto del percorso raggiunto dall’utente e fornendogli le informazioni appropriate.

Abbiamo parlato di questi e altri suggerimenti durante il Direct Booking Summit (sito in inglese) che si è tenuto a Londra il 30 giugno.

Associa subito la tua struttura al tuo profilo trivago

Scopri di più

CONDIVIDI

Lascia un commento